“La verità ti fa male, lo so…”

La verità ti fa male, lo so… “cantava Caterina Caselli nella celebre canzone “Nessuno mi può giudicare”.

E nel palazzaccio l’aria non sembra tanto serena……. anche lo stesso Primo cittadino sembra agitato, si lascia andare in commenti per niente apprezzati dagli altri utenti facebook, ma l’apoteosi dell’agitazione la dimostra con il comunicato stampa a firma del portavoce, Antonella Bonsignore, in cui dichiara che il consigliere Di Maria sarebbe in cerca di vana gloria. Oramai un classico dei comunicati, ed anche in questo non poteva mancare, è la litania della strumentalizzazione che i vari consiglieri di opposizione farebbero sempre su ciò che organizza la propria Amministrazione.

Ma in politica, dove “tutto fa brodo”, ci può stare anche il linguaggio utilizzato nell’ultimo comunicato stampa in cui si accusa il M5S:

1. di lesa maestà quando scriviamo che, a nostro avviso, è inopportuno che l’Amministrazione conceda il gratuito patrocinio alla WVBF;

2. di essere contrari alla realizzazione e di voler screditare l’evento, cosa non vera.

hqdefaultLe chiacchiere stanno a zero e le velate minacce che, in quanto primo cittadino, avrebbe il dovere di difendere il territorio, ricorrendo a tutte le dovute sedi, non possono essere certo rivolte ad un Consigliere comunale che nell’esercizio della propria funzione ha il diritto-dovere di controllare gli atti Amministrativi. Se il Sindaco ritiene che il sottoscritto abbia commesso qualche reato, nel rendere noto alla cittadinanza una Delibera in cui si riserva di erogare un contributo dopo l’approvazione del bilancio preventivo 2016, manifestando la nostra contrarietà, è un suo dovere denunciare, come è dovere del Consigliere comunale, pubblico Ufficiale nell’esercizio delle proprie funzioni, di rivolgersi alla Procura della Repubblica per segnalare l’eventuale commissione di reati.

I fatti oggi dicono che l’Amministrazione Castiglione ha approvato una delibera di Giunta, la 155/2016, nella quale, nel testo della proposta, poi votata all’unanimità dei componenti di giunta presenti, c’è testualmente scritto:

Il Responsabile del 2° settore……… Vista la richiesta del 15/01/2016 presentata dall’Associazione WVBF, acquisita al protocollo generale dell’Ente al n.1681 del 27/01/2016, tesa ad ottenere il patrocinio gratuito ed un contributo per la manifestazione sportiva Beach Volley “Protour” che avrà luogo l’08-13 agosto 2016 presso la spiaggia di Tre Fontane;……… PROPONE ………. 1) concedere all’Associazione Protour WVBF il patrocinio gratuito per la manifestazione sportiva Beach Volley “Protour” che avrà luogo l’08-13 agosto 2016 presso la spiaggia di Tre Fontane, riservandosi di erogare un contributo a titolo di spesa solo dopo l’approvazione del bilancio di previsione esercizio 2016.”

A tale delibera venivano allegate l’istanza della WVBF, in cui chiedeva “un intervento finanziario a collaborazione per lo svolgimento della manifestazione ” (non il patrocino gratuito, vedi istanza allegata), il programma della manifestazione ed il piano finanziario di bilancio preventivo dei costi della manifestazione per un totale di euro 174.700,00, nel quale alla voce “ONERI E CONCESSIONI” alla lettera e) si trova sottolineata la dicitura: “CONTRATTO DI COLLABORAZIONE CON LA WVBF FEDERAZIONE MONDIALE BEACH VOLLEY, PER LA CONCESSIONE DI ESCLUSIVA DELLE SQUADRE PARTECIPANTI E DIRITTI TV AL SEGUITO PER L’EVENTO E MONTEPREMIO” euro 54.000,00.

Ci continuiamo a chiedere con chi la WVBF debba sottoscrivere tale contratto.

Tale delibera, se non revocata in autotutela, per come chiediamo noi del M5S, determinerebbe, dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2016, una obbligazione nei confronti della WVBF, che è liberissima di organizzare l’evento con contributi provenienti da sponsor privati, ma a nostro avviso, non essendo riconosciuta dagli organi sportivi federali, non dovrebbe esserle concesso né il contributo economico né il patrocinio dell’Ente.

Auguriamo alla WVBF di essere, nella realizzazione dell’evento, all’altezza delle aspettative dello spettacolo di beach volley, sperando che venga sciorinato, dagli atleti presenti all’evento, un gioco di livello qualitativo almeno pari, se non superiore, a quello delle Olimpiadi che, in contemporanea, si svolgeranno in Brasile, nel contempo invitiamo il Sindaco a cambiare disco e non sentire più “Nessuno mi può giudicare” altrimenti finirà che i cittadini inizieranno a cantargli “Nun te reggae più” di Rino Gaetano.

P.S. Si allegano alcune parti della delibera

06/08/2016                                                                                                           TOMMASO DI MARIA

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*