ADOTTA UN CANE RANDAGIO E NON PAGHI LA TASSA SUI RIFIUTI

Diversi branchi di cani randagi, vagando per il territorio di Campobello e delle due frazioni turistiche di Tre Fontane eDSC00138 Torretta, suscitano non pochi problemi di carattere sanitario e di incolumità pubblica. Ma è davvero tutta responsabilità dei cani???

L’uomo è esente da colpe???

In un documentario, realizzato dagli attivisti del locale meetup, si cerca di fare il punto sulla questione del randagismo, dando spazio anche ad un cittadino, residente a Tre Fontane,che ha vissuto, proprio in tale frazione turistica, sulla propria pelle, l’aggressione da parte di un branco di cani randagi.

 

Il video si conclude con la proposta, che il Consigliere del M5S Tommaso Di Maria ha presentato in Consiglio comunale, di modificare il Regolamento, che disciplina l’adozione dei cani randagi catturati sul territorio comunale, con un emendamento che permetta al cittadino, che voglia adottare un cane randagio, di aver riconosciuto dall’Ente un contributo economico che compensi l’importo totale della tassa sui rifiuti, dovuto per la prima casa, dall’adottante.

 

L’emendamento:

ADOTTA UN CANE RANDAGIO E NON PAGHI LA TASSA SUI RIFIUTI

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*