Perché la WVBF ha chiesto un intervento finanziario se il Presidente si accontenterebbe del solo patrocinio gratuito???

Il Consigliere del M5S, Tommaso Di Maria, in merito all’ultimo comunicato che pubblicizza per l’ennesima volta l’evento di beach volley Protour 2016, organizzato dalla WVBF, che si terrà a Tre Fontane, vuole precisare quanto segue:

1. non ha mai sostenuto che l’evento non debba svolgersi o che qualcuno debba impedire di portare avanti questa tappa del Pro-tour 2016, ha solamente precisato che non reputa opportuno che l’Ente conceda il gratuito patrocinio od eroghi un contributo, così come deciso dalla Giunta con delibera n. 155/2016, per una manifestazione organizzata da un’associazione non riconosciuta né dal Coni, né dalla Fipav, né dalla FIVB e né dalla CEV. In altre parole crede che se tale manifestazione debba essere fatta, la WVBF la debba portare avanti con contributi provenienti da sponsor privati;

2. corrisponde al vero quanto affermato dal Presidente della WVBF, che il nostro Comune, ad oggi, non abbia sopportato alcuna spesa per la concessione del gratuito patrocinio, ma si guarda bene di chiarire che l’Amministrazione, nella delibera di Giunta n. 155/2016, si è riservata “ di erogare un contributo a titolo di spese solo dopo l’approvazione del bilancio di previsione esercizio 2016”.

3. Silvestri dimentica che con una nota, assunta al protocollo n.1681 del 27 gennaio 2016, ha chiesto all’Amministrazione “un intervento finanziario a collaborazione per lo svolgimento della manifestazione ”ed ha allegato, oltre alla presentazione del programma della manifestazione, il “Piano finanziario bilancio preventivo di spesa singolo costo dell’evento” per un importo pari a 174.700,00, in cui alla voce “ONERI E CONCESSIONI” alla lettera e) si trova sottolineata la dicitura: “CONTRATTO DI COLLABORAZIONE CON LA WVBF FEDERAZIONE MONDIALE BEACH VOLLEY, PER LA CONCESSIONE DI ESCUSIVA DELLE SQUADRE PARTECIPANTI E DIRITTI TV AL SEGUITO PER L’EVENTO E MONTEPREMIO” euro 54.000,00.
Ci chiediamo:Di Maria
Con chi la WVBF debba stipulare tale contratto, che ha un costo di 54.000,00 euro?

Con il Comune di Campobello di Mazara ???

E se, come pare di capire dal comunicato, il Presidente della WVBF si accontenterebbe del solo patrocinio gratuito, perché ha presentato all’Amministrazione, come detto in precedenza, un’istanza per chiedere un intervento finanziario???
Stupisce che il Sindaco rimanga indifferente all’email della Fipav, nella quale gli organi federali sportivi disconoscono la WVBF.
Il M5S resta fermamente convinto che la delibera n.155/2016 debba essere revocata in autotutela,proprio per evitare che la WVBF possa accampare pretese economiche verso l’Ente, dopo che venga approvato il bilancio previsionale 2016. Il Consigliere Di Maria ha presentato, in data 03/08/2016, un ordine del giorno che permetterà di portare in consiglio la proposta di far revocare in autotutela tale delibera, riservandosi, qualora
l’Amministrazione proceda ad erogare un contributo, di denunciare i fatti alla Procura della Corte dei Conti.

Tommaso Di Maria

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*